Per appuntamenti: giuliana.naccari@gmail.com
Igienista dentale, sbiancamento dei denti

denti perfetti

Trattamento di sbiancamento dei denti con il laser a Milano

Chi non vorrebbe avere denti bianchissimi? Oggi, sfoggiare un sorriso da prima pagina è possibile. Basta ricorrere alle tecniche e ai professionisti giusti. Una delle metodiche più efficaci a nostra disposizione per rendere i denti perfetti è lo sbiancamento dei denti tramite laser, che effettuo con successo e massima soddisfazione dei miei clienti da ormai diversi anni. Lo consiglio soprattutto in presenza di denti gialli o macchiati, quasi sempre per causa di uno stile di vita non corretto, per esempio dell’abitudine di masticare tabacco, del consumo di sigarette (la nicotina macchia i denti) e di grandi quantitativi di sostanze particolarmente coloranti, come la liquirizia, il vino rosso, i carciofi.

Come si svolge lo sbiancamento laser

La procedura di sbiancamento laser mirata a rendere i denti perfetti andrebbe sempre svolta dopo una seduta di igiene orale, che aiuta a togliere le macchie. Si svolge in più fasi. Per prima cosa, isolo le mucose dai denti, così da proteggerle: in genere, applico un liquido indurente sul bordo della gengiva, che solidifica nel giro di pochi minuti, formando una sorta di barriera isolante. Quindi, procedo con lo sbiancamento laser vero e proprio: applico sui denti gialli e macchiati un gel a base di periossido di idrogeno o carbamide ad alta concentrazione. Si tratta di due sostanze a effetto sbiancante: rilasciano ossigeno e disgregano il pigmento che dà il colore ai denti, riuscendo a sbiancarli. Infine, indirizzo sulla zona un laser per accelerare la reazione chimica di ossidoriduzione del gel sbiancante: il gel riesce così a oltrepassare velocemente la barriera dello smalto. Il risultato? Denti bianchi e finalmente brillanti. Il tempo di posa necessario per sbiancare i denti è variabile da caso a caso. Al termine, tolgo il gel di protezione indurito e controllo il risultato ottenuto.

Cosa evitare di mangiare dopo il trattamento di sbiancamento laser

Il trattamento di sbiancamento laser per denti gialli è indolore e non provoca fastidi. Come tutte le altre metodiche utilizzate per sbiancare i denti, però, può rendere la bocca più sensibile per qualche giorno. Ecco perché, nelle ore successive, è bene non mangiare cibi troppo acidi, come agrumi e pomodori, che potrebbero risultare aggressivi nei confronti del tessuto dentario appena trattato. Nei due- tre giorni che seguono la procedura, inoltre, è meglio evitare di consumare cibi e bevande colorate: i denti, infatti, possono rimanere più porosi per qualche giorno, quindi, c’è il rischio che assorbano più facilmente quanto ingerito. Per mantenere i denti bianchissimi, dunque, meglio non rischiare.

Quanto costa lo sbiancamento dei denti con laser?

Il costo dello sbiancamento denti con laser non è fisso, ma dipende da una serie di fattori. Si tratta, comunque, di cifre molto ragionevoli. Personalmente, nel mio studio applico prezzi particolarmente competitivi rispetto a quelli di mercato nella zona di Milano.

Perché rivolgersi a me

Per qualsiasi dubbio o richieste di preventivo sullo sbiancamento laser o su altri trattamenti di igiene dentale, in grado di regalare denti bianchi, perfetti e sani, non esitate a contattarmi. Sarà ben lieta di rispondere a tutte le vostre richieste. La soddisfazione dei miei clienti, infatti, è per me una priorità assoluta. Rivolgendovi a me sarete certi di ottenere massima professionalità, dedizione e cura dei dettagli. Svolgo la mia professione ormai da svariati anni, con enorme passione e impegno, tendendomi continuamente aggiornata, per cui sono in grado di assicurarvi il meglio nel mio settore.

Vuoi scoprire se questo trattamento fa al caso tuo? Contattami 

 

 

Pulizia dei denti a Milano: qualità a basso prezzo

· Pulizia dei denti · No Comments

Avere denti perfetti e una bocca sana è un sogno alla portata di tutti. Basta sottoporsi a una seduta di igiene dentale ogni sei mesi circa, una procedura che nel mio studio di Milano eseguo con le più moderne ed efficaci strumentazioni presenti sul mercato. Come spiego sempre ai miei pazienti, infatti, l’igiene orale costituisce la miglior arma a nostra disposizione per proteggere le strutture della bocca. Eppure, secondo i dati dell’Associazione igienisti dentali italiani (Aidi), solo 2 italiani su 10 effettuano la pulizia dei denti almeno 2 volte l’anno. Il risultato? Sono sempre più numerose le persone che presentano un accumulo di tartaro sui denti e che corrono un rischio elevato di incorrere in infiammazioni alle gengive e in altre problematiche al cavo orale. Proprio per scongiurare queste conseguenze, raccomando a tutti di non trascurare l’igiene orale e, in caso di necessità, di rivolgersi al mio centro a Milano per una pulizia dei denti, a un costo decisamente abbordabile.

A cosa serve l’igiene dentale

Ma perché la pulizia dei denti è così preziosa? Occorre sapere che ogni giorno si depositano sulla superficie dei denti una serie di batteri che provengono dall’ambiente esterno e che, se non vengono spazzolati via, si accumulano formando la placca batterica, un biofilm bianco-giallastro maleodorante. Se questa colonia di batteri non viene rimossa costantemente con il filo interdentale e con lo spazzolino, si forma uno spessore di placca tale da creare un ambiente privo di ossigeno: si tratta dell’habitat ideale per questi batteri, che diventano così molto patogeni, andando a creare infiammazione delle gengive e delle strutture sottostanti. Se ancora non si interviene, con il passare dei giorni la placca, grazie ai sali di calcio contenuti nella saliva, calcifica, diventando tartaro sui denti. A questo punto il paziente non potrà più rimuoverla con le normali manovre di igiene orale. Con il passare dei mesi lo spessore del tartaro aumenta, andando a coprire in alcuni punti della bocca la superficie dei denti (per esempio, la parte linguale degli incisivi inferiori). Se questa situazione persiste nella bocca del paziente per anni si può manifestare la piorrea, ossia la perdita di osso intorno ai denti naturali o impianti, con conseguente perdita degli elementi dentali. È per questo motivo che è fondamentale che i pazienti sani si sottopongano alle sedute di igiene orale professionale due volte l’anno e quelli con problemi di gengiviti e parodontiti ogni quattro mesi.

Come si svolge l’igiene orale

L’igiene dentale è una pulizia profonda dei denti eseguita dall’igienista dentale, che aiuta a rimuovere i residui di sporco e di tartaro che si sono accumulati in bocca. Può essere effettuata sia con apparecchi a ultrasuoni, gli ablatori, sia con strumenti manuali, detti falcetti, scalers e curettes. I primi sono costituiti da un manipolo su cui è montato un inserto in grado di creare una vibrazione meccanica che frantuma e stacca i depositi di placca e tartaro dai denti. Richiedendo il ricorso alle apposite cannule che irrigano la zona con acqua, raffreddando la punta del manipolo. Quelli manuali, invece, sono strumenti a lama, che creano attrito sulle superfici, favorendo la rimozione dei residui nocivi e la levigatura delle radici. Richiedono una grande abilità da parte dell’operatore che deve manovrarli con grande attenzione.

Quando serve anche il laser

In genere, dopo aver utilizzato gli ultrasuoni e gli strumenti manuali (curettes), nei pazienti con tasche parodontali ricorro anche all’uso del laser. Questo strumento è in grado di decontaminare i tessuti dalla presenza di batteri che potrebbero essere rimasti nella parte più profonda della tasca. Il laser ha anche un effetto coagulante, per questo si ottiene una più rapida guarigione dei tessuti rispetto a una normale ablazione del tartaro dai denti.

La lucidatura dei denti

La seduta di igiene orale professionale termina con la lucidatura: in pratica, l’igienista applica sulle superfici dei denti paste lucidanti per profilassi che, oltre a lasciare le superfici lisce, eliminano eventuali macchie presenti sui denti. Questa procedura può essere seguita anche con l’air polishing, uno strumento apposito che, indirizzato dall’operatore, veicola un getto di aria, acqua e bicarbonato sulle superfici dentali. Le polveri vengono scelte dall’igienista stesso in relazione alla situazione specifica.

Perché scegliere il mio studio

A differenza di quanto pensano in molti, dunque, la pulizia dei denti è una procedura abbastanza complessa, che richiede grande abilità e tecnica da parte dell’igienista. Per questo, è fondamentale rivolgersi solo a figure qualificate, che utilizzano apparecchiature e metodologie idonee e possono vantare un’esperienza in questo campo: in caso contrario, non solo i risultati possono essere poco soddisfacenti e i denti apparire tutt’altro che perfetti, ma possono anche subentrare fastidi e dolori. Scegliendo il mio studio avrete la certezza di rivolgervi a professionisti “Doc”.

Infatti, svolgo la mia professione ormai da svariati anni, durante i quali ho accumulato grandissima competenza, per cui posso assicurarvi massima professionalità, dedizione e cura dei dettagli. L’enorme passione che nutro per il mio lavoro mi spinge a tenermi continuamente aggiornata e ad assicurarvi il meglio nel mio settore. La soddisfazione dei miei clienti, infatti, è per me una priorità assoluta.

Il costo della pulizia dei denti

Il costo della pulizia dei denti a Milano e in tutte le altre città d’Italia è certamente abbordabile. Nel mio studio applico prezzi particolarmente competitivi rispetto a quelli di mercato.

Vuoi scoprire se questo trattamento fa al caso tuo? Contattami